Startup
medix_cura_cellulare

Medyx, quando prendersi cura passa da un messaggio sul cellulare

La startup nata a Roma nel 2017 assiste chi deve seguire un piano terapeutico articolato con dei reminder sull’assunzione dei medicinali. Il primo contratto con Axa, la compagnia assicuratrice, spiana i progetti di Roberta e Manuel verso la collaborazione con questo settore.

Dall’assistenza reattiva, all’assistenza preventiva e personalizzata: in questo gioco di parole c’è tutta la differenza che Medyx porta nell’ambito medico e più in particolare in quello della somministrazione dei farmaci.

“A tutti è successo di dimenticare l’assunzione di una compressa o di saltare una fiala- racconta Roberta Musarò, CEO della startup innovativa: ciò a volte non compromette la cura, ma in altri casi può renderla meno efficace o risultare, alla lunga, letale. I piccoli gesti a cui è legata la nostra salute, soprattutto nel caso di cure lunghe e con farmaci differenti, sono anche quelli che si dimenticano più facilmente. Mio padre, qualche anno fa, ha avuto un attacco ischemico transitorio poiché non seguiva in modo puntuale le terapie anticoagulanti. Spesso pensiamo che siano solo gli anziani ad avere problemi con la gestione dei farmaci, invece questa problematica si riscontra anche nella fascia degli adulti lavoratori. In quell’occasione mi è venuto in mente l’idea di un servizio che aiutasse chi si trovava nella situazione di mio padre”.

Nasce così nell’aprile del 2017 Medyx, un servizio che ricorda le modalità di assunzione dei farmaci e sollecita il paziente a seguire la terapia con un SMS , notifica WhatsApp o con una chiamata su numero fisso o cellulare. I reminder sono dettagliati e precisi: nome del farmaco, modalità e dosaggio; stesso servizio per gli appuntamenti medici e i controlli. La vocazione all’innovazione di Roberta e di Manuel, CTO dell’azienda, era già ben salda, grazie ad esperienze di incubazione, progetti internazionali e mentoring ad altre realtà.

Il primo contatto è con il settore medico: “Abbiamo avuto diverse interlocuzioni con cliniche e ospedali, ma ci siamo resi conto che è un ambito che va ancora a rilento. Ci siamo quindi rivolti al settore assicurativo, ed è lì che abbiamo cominciato a cogliere delle opportunità interessanti”:

Il primo contratto è arrivato pochi mesi fa con Axa: il servizio di Medyx è stato inserito all’interno delle polizze salute, diventando un servizio aggiuntivo che si prende cura dei clienti della compagnia per le prime 2000 polizze. Durante la sottoscrizione della polizza, l’utente registra le prescrizioni mediche con l’ausilio degli operatori della sua compagnia assicurativa, aggiornandole secondo le variazioni; sulla base di queste si sviluppa poi il servizio di messaggistica aderente al piano terapeutico. “Il nostro servizio funziona e le attestazioni da parte degli utenti ce lo dimostrano. Secondo le statistiche, infatti, ben 7 pazienti su 10 spesso sono disorientati di fronte a terapie più o meno complesse.  Abbiamo un sistema di monitoraggio che ci consente di verificare che i nostri messaggi sono stati inviati, ricevuti e letti o ascoltati”.

Un piccolo gesto, che oltre a raccontare come cambiano i tempi, esprime anche la parte più “tenera” della tecnologia. Del resto il competitor più diffuso di Medyx è ancora il caro vecchio post it: imbattibile per i messaggi d’amore dal gusto retrò, ma un po’ troppo datato per le esigenze di salute di chi ci sta a cuore, ogni giorno.

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Redazione
Load More In Startup

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Check Also

Biorfarm, la startup che ti presenta i produttori con un click

Un’app che dà voce e respiro ai produttori ...


La prima community per aziende e professionisti che utilizzano il work for equity per la remunerazione delle collaborazioni professionali. Entra in Skill4Equity

Facebook

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Se prosegui nella navigazione del sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi di più Ok