Consigli
value proposition

Pillole per startup: value proposition, ecco come sceglierla

Per dare forza al Business Plan, occorre lavorare alla Value Proposition dell’idea imprenditoriale e sugli aspetti economici e finanziari. Ecco qualche consiglio sulle cose più importanti da non trascurare.

Dopo una panoramica che comprende alcune delle operazioni da seguire per creare la nostra startup con un solido Business Plan, ci focalizzeremo sulla Value Proposition e sul Financial & Economic Plan.

La Value Proposition è il cuore del Business Plan, che racchiude le motivazioni che spingeranno il cliente ad interessarsi e a comprare il prodotto/servizio, a soddisfare dei bisogni specifici di un gruppo di clienti attraverso delle soluzioni che presentano una value for money, a sottolineare un rapporto qualità-prezzo migliore rispetto alle alternative già presenti sul mercato.

Una value proposition non basta, bisogna anche avere un mercato pronto e ricettivo che possa accoglierla e farla sviluppare, oppure avere la possibilità di sostenere degli investimenti a medio-lungo termine per la propria startup, fino a quando il mercato non sarà pronto. Per capire se un mercato è pronto, si possono osservare diversi aspetti, dallo studio della concorrenza all’analisi dell’andamento passato del mercato, che se confrontato con la situazione economica attuale e le previsioni future, servirà a capire se c’è ancora un margine di crescita.

Per realizzare una value proposition veramente efficace è importante effettuare delle indagini mirate e valutare:

  1. i cambiamenti nelle attitudini di acquisto, nel comportamento del consumatore, magari già indotti da altri nuovi settori;
  2. guardare i mercati più maturi e scoprire che tante iniziative imprenditoriali si fatto sono il clone di altre iniziative che hanno già avuto successo;
  3. guardare gli utilizzatori, magari sono proprio loro che modificano il prodotto in base alle proprie esigenze, dando ulteriori spunti per capire come il prodotto viene utilizzato nelle occasioni di consumo.

Questo è solo l’inizio di una nuova avventura, e noi possiamo solo augurarti che vada tutto alla grande. Appuntamento al prossimo articolo dove approfondiremo cos’è un pitch e come presentarsi al meglio agli investitori. Per qualsiasi tipo di approfondimento, scrivici all’indirizzo info@skillforequity.com

Share this Story
Load More Related Articles
Load More By Redazione
Load More In Consigli

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Check Also

STARTUP INNOVATIVE: report trimestrale 2019 e nuove tendenze

È record per le 10mila startup innovative italiane. ...


La prima community per aziende e professionisti che utilizzano il work for equity per la remunerazione delle collaborazioni professionali. Entra in Skill4Equity

Facebook

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Se prosegui nella navigazione del sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi di più Ok